Le firme apposte ad Orvieto nello studio del notaio segnano ufficialmente la nascita della “Comunità energetica Alto Orvietano”. A farsi promotore in prima persona della costituzione della società cooperativa, presieduta da Alvaro Tarparelli, il sindaco di Parrano, Valentino Filippetti con lo scopo prioritario dichiarato di contrastare l’aumento vorticoso e inarrestabile del costo dell’ energia. Un’iniziativa che assume particolare rilievo in un momento in cui l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente prospetta un aumento record del 59% sul costo delle bollette. 

 

“Creando una rete di mutualità fra produttori e consumatori – afferma Filippetti – la comunità energetica potrà intervenire in base ai consumi dei propri soci, utilizzando parte dei contributi ricevuti dal gestore dei servizi energetici da un lato e dall’ altro consentendo ai produttori di energia di ricevere vantaggi in termini di agevolazioni e minori costi di acquisto dei materiali e realizzazione di impianto, oltre ai vantaggi fiscali e i ricavi dalla vendita dell’energia prodotta”.

 

I soci fondatori opereranno per far sì che a questa iniziativa aderiscano numerosi sia privati cittadini che Comuni, enti e autorità locali dell’alto Orvietano, secondo quanto previsto dallo statuto, in modo che l’azione di calmiere dei costi risulti sempre più efficace e possa essere un primo passo e un esempio per “renderci maggiormente autonomi e, al contempo, contenere i costi e salvaguardare l’ambiente”.